Bambini e dentisti

La prima volta dal dentista? nelle cliniche odontoiatriche LCO l’intero personale sanitario è adeguatamente formato per l’accoglienza dei piccoli pazienti ed instaurare, da subito, un rapporto di fiducia.
L’esperienza e le capacità professionali dei nostri dentisti, o meglio pedodontisti, emergono per spiegare ai bambini tutto quello che farà e a quali fastidi si potrà andare incontro, utilizzando termini adatti all’età.
Per prima cosa è opportuno che il medico si presenti e spieghi qual è il suo ruolo e il suo compito. È la regola del dire – mostrare – fare: raccontare e spiegare cosa sta accadendo nella sua bocca.
Quando effettuare la prima visita odontoiatrica?
Consigliamo di recarsi in una delle nostre cliniche (le cliniche odontoiatriche LCO ) a partire dall’età di tre anni, comunque al termine dell’eruzione di tutti i denti.
L’odontoiatra avrà il compito di far comprendere al bambino che la corretta igiene orale è la miglior prevenzione per i suoi denti. Avrà la possibilità di diagnosticare eventuali disallineamenti, controllare l’assetto e l’evoluzione della bocca, e accertarsi che non vi siano carie e che non ci siano abitudini viziate che possano influire negativamente sia con il corretto posizionamento dei denti che nello sviluppo delle ossa mascellari.
La prima visita è importante, inoltre, per accertarsi di eventuali mal posizioni e mal occlusioni, verificare i tempi di caduta dei denti da latte, e consigliare adeguate misure di prevenzione.

La sedazione per il paziente pediatrico

Esistono diverse tecniche di sedazione, tra le più sicure e accertate dal mondo scientifico, c’è sicuramente la sedazione tramite protossido d’azoto. Consiste in una forma di sedazione cosciente che si utilizza per prevenire l’ansia del dentista. La tecnica è molto semplice: al bambino viene posta una mascherina nasale ed entra in una situazione di sedazione senza mai perdere coscienza ma rimanendo collaborativo. Il protossido non viene metabolizzato in alcun modo e viene smaltito in maniera rapidissima.
Altra tecnica di sedazione cosciente, avviene tramite Micronoan che può essere utilizzato a livello ambulatoriale per i bambini piccoli poco collaboranti che hanno bisogno di essere sedati al fine di sottoporli a interventi di breve durata, come per esempio l’estrazione degli elementi dentari fratturati o traumatizzati. È fondamentale ricordare che il Micronoan non è un sostitutivo dell’anestesia locale, ma è solo un sedativo che tuttavia aumenta la soglia del dolore. Durante l’intervento al piccolo paziente viene posizionato su un dito il sensore per il rilevamento della saturimetria e della frequenza cardiaca che vengono rilevati in 3 momenti differenti: all’inizio, appena si è seduto sulla poltrona odontoiatrica, durante l’iniezione dell’anestesia loco-regionale e alla fine dell’intervento. Questi valori possono avere variazioni individuali anche significativi.

Cosa sono le sigillature ?
Tra le misure di prevenzione odontoiatrica, è particolarmente importante la sigillatura di solchi e fossette dei denti. Consiste nel realizzare una protezione di natura fisico-meccanica sulle zone anfrattuose della superficie masticatoria dei molari per impedire il ristagno di placca e residui alimentari, limitando il rischio di sviluppare carie dentarie.

E l’età per l’apparecchio ortodontico?
Se l’assetto dei denti permanenti non si corregge da solo, il momento opportuno per mettere un apparecchio ortodontico è tra gli 8 e gli 11 anni, difficilmente prima, perché si interverrebbe in una fase troppo prematura in cui gli incisivi centrali e laterali sono ancora nel pieno della loro eruzione. In ogni caso, l’unica limitazione per l’ortodonzia, è rappresentata dalla presenza o meno dello spazio per poter intervenire.