LCO – Come lavare bene i Denti

Lavarsi bene i denti aiuta a prevenire i disturbi gengivali e parodontali

 

Imparare a lavare bene i denti è molto utile per evitare l’insorgere della placca. Quest’ultima, infatti, crea non pochi problemi alle nostre gengive e dunque ai nostri denti. La placca (una miscela di batteri) quando si accumula e non viene rimossa genera il tartaro, nemico numero 1 per la salute della nostra dentatura e delle malattie parodontali. Fermo restando che una seduta di igiene dal dentista andrebbe fatta almeno ogni sei mesi.

In che modo possiamo spazzolare bene i denti?

Innanzitutto partiamo dal movimento dello spazzolino.  Non deve essere rotatorio. Per i denti superiori il movimento che faremo sarà dall’alto verso il basso, mai il contrario. In questo modo le setole possono passare anche tra gli spazi dentali. La giusta inclinazione di 45 gradi permette di rimuovere la placca da sotto il colletto gengivale. Questo per la parte superiore dei denti.

La parte inferiore va spazzolata con il procedimento opposto. Si parte dal basso verso l’alto.

Il consiglio è quello di dividere la bocca in quadranti in modo da non tralasciare nessun angolo o superficie, e questo vale sia per lo spazzolino classico a setole che per quello elettrico (che ha sicuramente un’azione più efficace nella rimozione della placca rispetto a quello a setole).

Dividete i quadranti partendo o dall’arcata superiore o da quella inferiore. Prima un lato poi l’altro. Abbiamo detto che sulla parte superiore movimenti verso il basso in inclinazione di 45 gradi dello spazzolino, su entrambe le superfici, quella interna e quella esterna

Passando poi alla parte inferiore andremo sempre a spazzolare inclinati e come detto dal basso verso l’alto. Anche qui su entrambi le superfici esterna e interna, Fatto questo, sempre sulla stessa arcata inferiore, pulirete la parte masticatoria dei denti e qui è consigliabile procedere dall’interno (ovvero dal di dietro) verso l’avanti e viceversa.

Puliamo la lingua

Conclusa l’operazione di pulizia con lo spazzolino, sarebbe bene usare lo scovolino o il filo interdentale per non lasciare eventuali residui di placca negli interstizi dentali. Un altro consiglio utile è quello, almeno alla sera, di pulire (spazzolandola) anche la nostra lingua, punto in cui si annidano i microrganismi responsabili dell’alitosi.