Estetica dentale

Naturalmente l’estetica è qualcosa di soggettivo ed in odontoiatria si tende al concetto di naturalezza e di somiglianza con i denti naturali. Le protesi adottate non sono nemmeno visibili ad occhi estranei.
Come si può migliorare l’estetica dentale?
Sono vari fattori che determinano l’estetica complessiva del paziente. In realtà, l’estetica è data non solo dal colore ma anche dalla forma e posizione dei denti all’interno del cavo orale.

Ognuno di questi fattori può essere modificato con diverse tecniche. Oggi si può modificare anche il contorno delle gengive, tramite piccoli interventi chirurgici mini invasivi.
Una delle tecniche più comuni è lo “sbiancamento” dentale. Sedute di una/due ore, in ambito professionale, utilizzo di prodotti foto attivati e di gel efficaci, veloci con un basso grado di aggressività sulle strutture dentali. E’ possibile rendere i denti più bianchi di uno/due toni di colori.
Molto spesso raggiungiamo l’estetica perfetta,semplicemente modificando la posizione dei denti, grazie ad apparecchi completamenti “ invisibili” e con mascherine indossate dal paziente durante la notte o tutto il giorno. Ma ricordate che non tutti i difetti sono risolvibili con questi tipo di apparecchi.
In particolari situazioni, dove le gengive si ritirano scoprendo il dente fino alla radice, riusciamo comunque a restituire l’armonia del cavo orale con degli interventi poco invasivi.

Elementi dentali compromessi:
In questi casi restauro protesico. Applicazione di una protesi, o meglio sarebbe chiamarle lamine di ceramiche. Vengono applicate sul dente, incidendo su forma e colore.

L’estetica non può prescindere da un ottima igiene. VIDEO Estetica Dentale | LCO – Le Cliniche Odontoiatriche