LCO – Celiachia nei bambini

Celiachia nei bambini, i segnali arrivano anche dai denti

 

I denti possono rappresentare un campanello d’allarme per la diagnosi della celiachia nei bambini. Attraverso l’odontoiatria e l’igiene dentale è, infatti, possibile accorgersi dei sintomi per una diagnosi precoce della malattia celiaca, più comunemente conosciuta come intolleranza al glutine. Vediamo nella pratica quali sono i ‘segnali’ che debbono essere presi in considerazione.

Tra i sintomi più importanti, si evidenziano difetti dello smalto dei denti ma anche un’altra serie di problemi orali.

La malattia celiaca si riscontra, dunque fin da piccoli, ecco perché un approfondito controllo del pediatra e del dentista permette di prevenire danni che possono divenire irreversibili.

Le manifestazioni orali associabili alla malattia celiaca si presentano a carico dei tessuti molli e dei tessuti duri che causano stomatiti aftose, dolore della mucosa linguale, carie, ritardo nello sviluppo dentale e delle ossa mascellari.

Sostanzialmente l’effetto più visibile è in ogni caso un’alterazione dello smalto dentale che comporta sui dentini macchie di colore bianco o marrone.

Trattandosi di una malattia intestinale, un’altra tipica manifestazione è rappresentata da afte o ulcere in bocca e glossite atrofica, ovvero una lingua che si presenta rossa, liscia e ruvida dovuta proprio al malassorbimento intestinale.

I denti, nel caso di questa malattia, fungono da vero e proprio campanello d’allarme. Ecco perché visite odontoiatriche regolari consentono di scoprire fin da subito i fattori collegati all’intolleranza al glutine, anche nei casi in cui non sia la malattia non sia ancora stata diagnosticata da visite pediatriche.