LCO – Prevenzione Dentale

Dedicando qualche minuto in più all’igiene dei denti, proteggi la salute del tuo sorriso e spendi meno in cure dal dentista.

Negli Stati Uniti, dove le norme preventive vengono seguite scrupolosamente, l’incidenza della carie è scesa dell’80%. “Ancora oggi invece molti credono che per avere una dentatura sana sia sufficiente lavarsi i denti la mattina”.

In realtà non è così… A volte basta una caramella con lo zucchero per dare il via alla proliferazione di batteri naturalmente presenti in piccole quantità nella bocca. Quando si moltiplicano, si insinuano nei denti e danno il via alla formazione della carie.

La scelta dello spazzolino

Sei indecisa/o su quale tipo scegliere? Tra elettrico e manuale non c’è differenza se impari a usarli bene. E’ bene acquistarlo della misura proporzionata alla tua bocca e, per quanto riguarda lo spazzolino “tradizionale”, è preferibile quello con la testina inclinata e la parte iniziale più elevata, soprattutto se spesso ti rimane del cibo tra i denti, perché arriva anche nei punti più difficili. Riguardo i gradi di durezza delle setole, è meglio morbido se hai le gengive delicate e infiammabili. E qualunque sia la tua scelta, ogni mese cambia lo spazzolino, o la testina nel modello elettrico.

La scelta del dentifricio 

Per la scelta del dentifricio, conviene chiedere al proprio dentista la prescrizione del dentifricio ed eventualmente del più utile alla situazione personale dei denti.

Esistono dentifrici più adatti per rimineralizzare i denti, quelli adatti in caso di infezioni, quelli indicati per placca, tartaro o carie.

E’ molto importante anche, utilizzare anche il filo interdentale  per l’igiene tra un dente e l’altro, ma è efficace solo quando lo spazio tra i denti è ridotto. In caso contrario l’uso del filo è inutile, perché il suo spessore non è sufficiente a rimuovere i residui dei cibi o la placca. A questo scopo si usa lo scovolino, uno piccolo spazzolino da inserire tra un dente e l’altro. Occorre scegliere le dimensioni delle spazzole in base alla propria bocca, su consiglio del dentista. Lo scovolino e il filo interdentale sono meno comuni dello spazzolino, ma sono altrettanto utili. Una completa igiene della bocca non può prescindere da un uso combinato di questi strumenti.

La frequenza delle visite di controllo

Una volta il dentista era una figura professionale che la gente consultava solo in presenza di un problema (il dente che fa male) e non esisteva la cultura della prevenzione dentale.

Poiché i denti generalmente cominciano a far male quando il “danno” è notevole, intervenire al momento del dolore non è una strategia intelligente.

Per questo è importante una visita di controllo almeno due volte l’anno; in questa visita, oltre a controllare lo stato dei denti ed eventuali problemi seri, è possibile effettuare interventi di manutenzione di carattere medico (pulizia, rimozione di placca, tartaro) o estetici (sbiancamento).